Seleziona una pagina

Novità e Approfondimenti

Pochi giorni fa Mario Draghi , ex presidente della Banca Centrale Europea,ha commentato la situazione disastrosa che sta colpendo tutte le economie nazionali, dando un suo parere su come sia necessario il bisogno di velocizzare gli interventi da parte delle istituzioni per prevenire un vero e proprio disastro economico .

In effetti è ben chiaro che la situazione scaturita dal COVID-19,con tutte le chiusure partendo dai piccoli commercianti, sta creando un forte disagio e porterà in seguito a una forte crisi che creerà,secondo varie statistiche, un forte tasso di disoccupazione.

Su questo Draghi ha affermato che una delle soluzioni prospettabili potrebbe essere quella di aumentare il debito pubblico degli  stati, in modo che i governi possano aiutare le aziende sia pubbliche che private, dando liquidità e più sostegno e aiutandoli a pagare tutti i debiti creati a causa di questo lungo periodo di emergenza. Le risposte di Draghi si concentrano soprattuto sul bisogno di cercare di proteggere l’occupazione e la capacità produttiva del nostro paese.

Dunque egli afferma che l’Europa deve unirsi ed evitare discrepanze, causate dal solito egoismo che sussiste in alcune Nazioni e che porterà solo alla creazione di più problemi.

Infatti su questo proposito, molte sono state le proposte bocciate dai paesi del Nord Europa in questi giorni,tra cui quella di Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio in Italia, che ha proposto la creazione di un nuovo strumento finanziario per aiutare tutti le Nazioni in Europa.

Questa è una prova anche per constatare il valore più importante che dovrebbe esserci in un momento così delicato per “tutti”, l’Unione fra gli Stati Europei e il valore del reciproco aiuto per mantenere un’economia unita e potente. Quindi bisogna evitare ritardi burocratici , per dare subito un aiuto concreto a chi oggi è in grave difficoltà e ha la responsabilità sulle spalle di migliaia di famiglie.

É certo che stiamo fronteggiando un periodo storico che nessuno di noi si immaginava fino a poco tempo fa di poter vivere , vero è anche che chi ha le competenze deve nel suo piccolo cercare di velocizzarsi, perché l’errore più grave che potremmo fare è continuare a perdere tempo senza trovare una risposta adatta che possa effettivamente riuscire a contenere il  danno, di cui tutti noi saremo costretti a rispondere.